Le migliori piante ornamentali per uffici

Le piante in ufficio possano influire positivamente sul benessere dei dipendenti e, di conseguenza, sulla produttività dell’azienda. Le piante in vaso non solo aggiungono un tocco estetico all’ambiente lavorativo, ma possono anche migliorare la qualità dell’aria attraverso la fotosintesi, che riduce i livelli di anidride carbonica e aumenta l’ossigeno nell’aria. Inoltre, i fiori possono assorbire le sostanze chimiche presenti nell’aria, che sono spesso presenti in ambienti chiusi come gli uffici, migliorando quindi la qualità dell’aria.

Il colore verde è associato alla natura e alla vita, può anche avere un effetto positivo sul benessere psicologico dei dipendenti, gli studi hanno dimostrato che il verde può ridurre lo stress, promuovere la concentrazione e aumentare la creatività. Questi fattori sono particolarmente importanti in un ambiente lavorativo dove i dipendenti possono sperimentare stress e tensioni.

Inoltre, avere le piante in ufficio può aumentare la soddisfazione dei dipendenti, poiché gli dà la sensazione di lavorare in un ambiente più accogliente e confortevole. Ciò può anche portare a una maggiore fedeltà dei dipendenti all’azienda, poiché si sentono valorizzati e curati.

Infine, le piante di interno possono avere un effetto positivo sulla salute fisica dei dipendenti. Osservazioni hanno dimostrato che gli uffici con piante hanno una minore incidenza di malattie tra i dipendenti, poiché le piante possono ridurre i livelli di batteri e funghi nell’aria.

Riassumendo, il verde in ufficio porta numerosi benefici, tra cui un miglioramento della qualità dell’aria, un effetto positivo sul benessere psicologico dei dipendenti, un aumento della soddisfazione dei dipendenti e un miglioramento della salute fisica. Gli imprenditori dovrebbero considerare l’utilizzo di piante in ufficio come una strategia per migliorare l’ambiente di lavoro e promuovere il benessere dei dipendenti.

 

Zamioculcas è una pianta poco impegnativa che si adatta molto bene all’ambiente dell’ufficio. Essa richiede poche annaffiature e può essere collocata in un luogo leggermente ombreggiato. Inoltre, questa pianta è sensibile agli eccessi d’acqua e tende a marcire se viene annaffiata troppo frequentemente. Le Zamioculcas sono anche sensibili alla luce solare diretta, per cui è meglio evitarla per evitare che le foglie ingialliscano a causa delle scottature. In sostanza, la Zamioculcas è una pianta facile da coltivare che non richiede molte cure, ma che può creare un ambiente accogliente e piacevole in ufficio.
Il Ficus Benjamin è una pianta che in condizioni naturali può raggiungere fino a 10 metri di altezza. Può essere trovato in un’area che va dall’Asia meridionale alla parte settentrionale dell’Australia. Il Ficus Benjamin viene coltivato di solito come pianta da vaso: ha un bel aspetto a forma di alberello, tronco sottile e foglie lucenti e di colore verde scuro. Il Ficus benjamin ha anche molte varietà interessanti che si differenziano per la forma e il colore delle foglie: possono essere lisce o ondulate, bordate di bianco, giallo o verde chiaro. I ficus preferiscono posizioni luminose, ma non la luce diretta del sole, perché troppa radiazione solare può causare ustioni fogliari. Queste piante necessitano di un’umidità dell’aria piuttosto elevata (il loro ambiente naturale sono i tropici, dove è molto umido). A tale scopo, è consigliabile nebulizzare regolarmente le piante e non posizionarle vicino a termosifoni (e altre fonti di calore) che possono seccare l’aria. La temperatura ottimale per la coltivazione dei ficus è di circa 13-28 gradi Celsius in primavera ed estate, mentre in autunno e inverno, la temperatura dovrebbe essere di circa 12-18 gradi Celsius. I ficus preferiscono un substrato fertile e drenante, preferibilmente argilloso-sabbioso. Quando si annaffia, è importante assicurarsi che il terreno nel vaso di ficus sia costantemente leggermente umido. Tuttavia, l’acqua non dovrebbe essere lasciata nel sottovaso , poiché ciò può portare al marciume delle radici. Nel periodo da febbraio a settembre, si consiglia di concimare i ficus una volta al mese, mentre nel periodo da settembre a febbraio è sufficiente concimare una volta ogni tre mesi. Per nutrire i ficus, si dovrebbero usare fertilizzanti per piante verdi. Il Ficus benjamin è spesso scelto per gli uffici per le sue qualità estetiche.
Sansevieria – LA PREFERITA DEGLI UFFICI. La Sansevieria, è una di quelle piante che si adattano perfettamente alle condizioni dell’ufficio con il minimo sforzo nella loro cura.Le foglie sono caratteristiche delle piante del genere Sansevieria. Spesse, dritte, piatte o cilindriche, le foglie a forma di spada decorate con strisce trasversali. Nell’ambiente naturale, le piante crescono in aree secche e ostili, formando densi ciuffi. Conservano l’acqua nelle foglie, quindi se non annaffiate, possono sopravvivere alla siccità. La Sansevieria è una pianta longeva, sempreverde e letteralmente ferrosa. Tollera siccità, mancanza di irrigazione, grandi escursioni termiche o insolazione. Perfetta per l’ufficio, vero? Viene coltivata in casa da secoli e ha guadagnato la sua popolarità in Italia grazie a strutture di grande formato come i centri commerciali, che scelgono questa pianta resistente per gli interni. Hanno un bell’aspetto in gruppo o in singoli esemplari impressionanti in interni moderni. Tuttavia, ricordiamoci che, nonostante la loro resistenza, sono piante che necessitano di luce. Possono stare in luoghi con luce diffusa, ma le loro strisce decorative possono sbiadire se non c’è abbastanza luce. Pertanto, sconsigliamo di metterle in un angolo buio dell’ufficio: moriranno dopo un po’.
Lo Spathiphyllum, noto anche come giglio della pace, è una pianta d’appartamento poco esigente. Grazie al suo aspetto elegante, è molto popolare negli appartamenti e negli uffici moderni. La caratteristica più decorativa del giglio della pace sono i suoi lunghi fiori bianchi su steli alti. Questi fiori sembrano molto eleganti tra le sue foglie verdi succulente, il che spiega perché questa pianta sia spesso usata in ambienti moderni, non solo residenziali, ma anche negli uffici. È perfetto per essere collocato in luoghi rappresentativi come la reception dell’ufficio. Inoltre, i fiori di Spathiphyllum hanno un profumo meraviglioso, quindi diffonderanno un aroma delicato nell’ambiente. Fiorisce da luglio ad agosto e, se ben curata, può rifiorire in inverno. Lo Spathiphyllum non è una pianta esigente. Non ha bisogno di molta luce e va annaffiata due volte a settimana in estate e una volta a settimana in inverno. Inoltre, gradisce essere spruzzato con acqua. La temperatura ideale per questa pianta è compresa tra 13-28°C, quindi non dovrebbe essere posizionata vicino ad un termosifone. Inoltre, questa pianta ha un effetto positivo sulla salute umana in quanto assorbe le tossine dall’aria, presenti nel fumo di tabacco e anche le radiazioni emesse dai monitor dei computer. Quindi è ideale per essere posizionata negli uffici, accanto ai pc.
La dieffenbachia è una pianta tropicale dell’America centrale e meridionale, colpisce per il suo aspetto, ma anche per le sue proprietà. Nonostante sia una pianta tropicale, non è difficile da mantenere. Le sue foglie sono sempre di un verde vivido, anche quando non è in condizioni ideali. Le foglie diffuse rilasciano molta umidità, il che rende la dieffenbachia efficace nell’umidificare l’aria nelle stanze. Un vaso con la pianta di dieffenbachia dovrebbe essere collocato in un luogo luminoso o leggermente ombreggiato con accesso occasionale alla luce solare. La pianta nel suo ambiente naturale è solitamente ricoperta da chiome di alberi, quindi non ama stare in pieno sole. Tuttavia, si sviluppa molto meglio a temperature elevate e in un ambiente umido. Non dovrebbe essere esposta all’esterno in autunno e in inverno. Quindi richiede solo annaffiature occasionali. Vale la pena considerare la concimazione occasionale con terreno leggermente acido.
La pianta che conosciamo come dracena è una pianta d’appartamento molto popolare. Questo genere di piante comprende oltre 30 specie, originarie dell’Asia e dell’Africa. È una pianta alta, presente sia sotto forma di albero che di arbusto. La decorazione della dracena sono le foglie, che spesso assumono due colori diversi. Le foglie lanceolate e oblunghe si alzano verso l’alto e poi ricadono dolcemente verso il basso. Sono una fonte di ossigeno e aiutano a purificare l’aria da sostanze tossiche. Coltivare la dracena è molto semplice. Amano molto la luce solare e il caldo, quindi possono essere posizionati sul davanzale o vicino alla finestra. Non saranno danneggiati dall’alta temperatura emanata da un radiatore vicino. Le dracene dovrebbero essere annaffiate con moderazione, quindi non richiedono molto impegno e fatica da parte nostra. Un’irrigazione regolare garantisce alla dracena un’adeguata idratazione, sufficiente per mantenerla verde e in salute.
L’Anthurium è la decorazione perfetta per qualsiasi ufficio in quanto fiorisce tutto l’anno, producendo piccoli fiori semplici in colori come il rosso, il rosa, il bianco, il viola e il fucsia. Queste piante possono sopravvivere anche in condizioni di scarsa illuminazione, ma producono più fiori se collocate in luoghi con luce solare moderata e indiretta. È importante fertilizzare l’Anthurium una volta ogni tre mesi e lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra.
La calathea sono piante da appartamento affascinanti con foglie variegate e multicolori. Sono ammirate non solo per la loro bellezza, ma anche per le loro proprietà purificanti dell’aria. Inoltre, sono completamente sicure per gli animali domestici. Anche se le calathea sono considerate piante capricciose, vale la pena dedicare loro un po’ di attenzione e introdurle come decorazione nel tuo ambiente. Se sei un amante di foglie bellissime, apprezzi gli straordinari motivi e le nervature colorate, le calathea conquisterà sicuramente il tuo cuore.
La Felce – preferisce luoghi ombrosi e non tollera il sole diretto per lungo tempo, poiché può danneggiare la pianta. Per una corretta crescita, ha bisogno di temperature superiori ai 13 gradi centigradi tutto l’anno e di un’elevata umidità dell’aria. Tuttavia, non ama l’aspersione e dovrebbe essere utilizzata solo quando non è possibile alzare l’umidità in altro modo. Un metodo migliore per aumentare l’umidità dell’aria è quello di mettere il vaso in un contenitore con muschio o torba. La felce cresce male in zone con bassa umidità. Il substrato per la coltivazione della felce dovrebbe essere moderatamente umido e la pianta non tollera le annaffiature eccesive. È meglio piantare la felce in vasi piatti o ciotole riempiti con una miscela (in proporzioni uguali) di terriccio universale, torba, pezzi di corteccia e argilla. Un buon mix potrebbe anche includere torba con sabbia grossolana. La felce non necessita di fertilizzazione, ma per una migliore crescita può essere concimata in primavera. Tuttavia, è importante non esagerare con la fertilizzazione. La pianta può essere rinvasata quando i radici non si adattano più al vaso.
La Monstera è una pianta esotica in vaso conosciuta e apprezzata da tutti i coltivatori di piante, con incredibili foglie grandi coperte di buchi. Questa pianta di facile manutenzione non solo porterà un’atmosfera esotica in ufficio, ma ha anche proprietà purificanti dell’aria.
La Schafflera è una grande pianta da interno, facile da coltivare. Preferisce una posizione soleggiata, ma deve essere protetta dalla luce diretta del sole. Nella stagione calda richiede più acqua rispetto a quella fredda. Oltre a purificare l’aria, si dice che abbia un effetto positivo sull’umore. La Schafflera ha foglie a forma di ombrello e raramente fruttifica quando coltivata in vaso.
Aspidistra dietro il nome misterioso si nasconde una pianta sempreverde molto resistente e facile da coltivare. Ama il fertilizzante e richiede solo una piccola quantità di acqua. L’Aspidistra è una pianta longeva che cresce molto lentamente. Le sue foglie sono estremamente decorative.
Il Pothos è una pianta con foglie a goccia rovesciata e colorazione giallo neon, facile da coltivare e in grado di raggiungere fino a 4 metri con la giusta cura. Può essere coltivato in vasi appoggiati a terra, su tralicci o supporti, in vasi appesi al muro. Le sue foglie a cascata sono molto decorative e la pianta è ideale per i principianti. Inoltre, è in grado di purificare l’aria dalle tossine.
La Kentia è una palma sempre più popolare nell’arredamento di casa e ufficio. Può raggiungere un’altezza fino a 2,5 metri in vaso. Gli steli delle foglie giovani sono verdi, ma diventano grigi quando invecchiano. La Kentia è popolare grazie alla sua coltivazione semplice e alla lunga durata. Gradisce una posizione semi-ombreggiata, terreno leggermente acido, vasi alti e terreno moderatamente umido. Inoltre, ha la capacità di purificare l’aria da tossine.
La Pachira colpisce per la sua bellezza esotica e la sua forma elegante. Il pennacchio di foglie palmate succulente di colore verde è accompagnato da insoliti steli intrecciati, il che la rende una pianta difficile da ignorare! Può essere un’aggiunta unica e decorativa per un moderno soggiorno, studio o ufficio. La coltivazione del Pachira non è complicata e anche i principianti possono gestirla con facilità. Se stai cercando una pianta facile da mantenere ed efficace, il Pachira sarà la scelta perfetta!